Alcuni cenni sulle Tecniche utilizzate

Il tempo speso per l'analisi dell'oggetto, del manufatto, del mobile, non è mai tempo perso. L'attenta valutazione della tecnica costruttiva, dell'intaglio o degli incastri, della verniciatura, dell'impiallacciatura e di tutte le altre componenti (doratura, meccatura, ecc.) portano ad un corretto approccio del lavoro di recupero nel restituire all'oggetto la sua funzionalità originaria preservandone i segni del tempo.

In un mondo che fa di tutto per cancellarli ne rimango invece attento custode. Per fare questo è stata necessaria molta esperienza sul campo: conoscenza che spazia fra la capacità di stabilire una datazione delle vernici, lo scoprire quelle stratificate spesso frutto di rimaneggiamenti frettolosi e attuati da mani inesperte; la conoscenza delle varie tecniche di costruzione dei mobili utilizzate dagli artigiani e bottegai del passato; la perizia nel risalire, anche attraverso oggetti simili, alle colorazioni e agli intagli originari.

Tutto questo mantiene viva la tradizione di "bottega" che nel nostro paese tanta arte ha prodotto.

La Colla

Attraverso una assidua frequentazione di artigiani ebanisti nelle diverse regioni italiane si acquisisce una solida capacità nel riconoscere le essenze lignee utilizzate nella costruzione dei mobili anche se gravemente danneggiati. Facendo tesoro delle tecniche di impiallacciatura, il metodo che offre maggiori garanzie si ottiene con l'utilizzo della colla detta "caravella". Una attenta e approfondita conoscenza erboristica ne permette una produzione in grado di resistere nel tempo e di tenere lontani gli insetti xilofagi.

I Colori

Per il restauro di mobili dipinti utilizzo, quando possibile, colori "reversibili". Questo particolare materiale di colorazione, rigorosamente prodotto in bottega, non subisce alterazioni in esposizione alla luce.

La Lucidatura

Negli oggetti d'arredo in cui lo stile lo richiede viene fatta la lucidatura a gommalacca con stoppino a poro pieno.

La Doratura

Le origini di quest'arte si perdono nei secoli. Questa tecnica non è semplice: non credo sia possibile, ad un profano, applicarla solo con la lettura di un manuale anche se completo ed esauriente. Solo l'esperienza a fianco di un buon artigiano può permettere di raggiungere risultati accettabili.

Richiede diverse fasi e possono passare giorni prima di vedere il lavoro ultimato. Ho attraversato con attenzione la fase di specializzazione in tutte le tecniche, "a guazzo", "a mecca" e a "missione". Pur difficile per la delicatezza del procedimento, è estremamente affascinante e il risultato premia sicuramente la pazienza occorrente.

Gli insetti

Piretro naturale contro gli insetti xilofagi, trattamento a suo modo rispettoso in quanto ne previene, tenendoli lontani, la colonizzazione del legno.


Menu Principale