Mercoledì 12 febbraio a Forlì, alle ore 20,45 presso la sede dell'associazione, Stefano Valbonesi ha tenuto la conferenza intitolata "L'alchimia segreta dei Rosacroce". A breve ci saranno altri appuntamenti per approfondire il tema, che ha suscitato molto interesse. Si ricorda che le attività sono riservate ai soci: per informazioni e per associarsi telefonare al numero 3333453228.

Per saperne di più leggi l'articolo!

Nel 1614 l’Ordine misterioso dei Rosa Croce si manifesta a Kassel pubblicando la Fama Fraternitatis R.C. dove spiega la storia del fondatore Cristiano Rosacroce e le intenzioni dell'Ordine. Perché proprio in quel periodo decidono di mostrarsi al mondo? Perché nella costellazione del Cigno e del Serpentario appaiono tre nuove stelle che segnano i vertici di un triangolo perfetto: il Trigonum Igneum. Quando i Rosacroce vedono questo simbolo potente comparire nel cielo per loro è la testimonianza dell’apertura di un nuovo periodo dove i Misteri possono essere rivelati direttamente agli uomini pronti per riceverli. Il Triangolo di Fuoco è la rappresentazione simbolica dei processi magici di ogni percorso esoterico in quanto rappresenta l’armonico rapporto della legge fondamentale di sviluppo di ogni aspetto cosmico e umano. Nel cristianesimo esoterico questo triangolo viene rappresentato con le tre croci sul monte Golgota, mentre nella rappresentazione gnostica lo possiamo notare nella manifestazione di Urano, Nettuno e Plutone che appaiono progressivamente a partire dal XVIII secolo nelle costellazioni del Cigno e del Serpentario. Il tre è il numero di perfezione, originato dall’invisibile Centro che potremmo definire come: puro Pensiero, pura Volontà e puro Amore. Dall’interazione delle forze scaturite da questo doppio triangolo l’Ordine della Rosacroce sa che può incominciare concretamente, attraverso precise indicazioni, a lavorare con gli uomini e a rivelare la loro Arte. E’ così che incominciano ad insegnare attraverso l’Alchimia a fare l’Oro.

Prossimo articolo Articolo precedente