COSCIENZA: L’ASCOLTO DELLA TRASFORMAZIONE DELL’ESSERE

In questo tempo di paura e di isteria, si sente spesso parlare nei social network che dopo la quarantena verrà un tempo felice perché le persone da questa esperienza avranno acquisito una nuova coscienza. Francamente non crediamo che ciò sia possibile, che un nuovo stato di coscienza ci possa cadere dal cielo: subire un evento porta all’essere umano nuova memoria, ma se non è stato profondamente compreso dovrà ripetere l’esperienza, magari su altre spirali, fino a quando ne comprenderà la causa. L’essere umano può acquisire in vita nuovi strati di coscienza solo quando comprende che cosa quell’esperienza gli doveva insegnare, quale disarmonia doveva risolvere in sé, mettendo in pratica il cambiamento conseguente fin nel corpo, modificando le proprie abitudini non per paura della malattia o della punizione, ma perché l’essere intimo non si riconosce più nell’atteggiamento precedente. Questo nuovo stato d’essere ci traghetta naturalmente su di un piano più elevato e di conseguenza tutta la personalità, incluso il corpo si adatterà alla nuova situazione senza stress. Le fondamenta di questo cambiamento si possono definire: espansione di coscienza. La coscienza non è qualche cosa di astratto ma è un possesso interiore solido, sul quale basare la nostra vita. Quando si acquisisce un nuovo strato di coscienza è un aumento vero e proprio del nostro tesoro interiore che non può essere corrotto da nulla se non da noi stessi. Che cosa ci potrebbe realmente aiutare ad ampliare il nostro stato di coscienza? Un profondo lavoro interiore connesso ad un lavoro esteriore che funga da elemento speculare! Conoscere teoricamente la filosofia, l’esoterismo, la religione, la scienza, praticare la meditazione, sono fattori importanti ma se l’essere umano non trasforma il sapere in vera conoscenza tutto rimane nozionismo che riempie la memoria di dati. Nell’antichità vi era un metodo anagogico per permettere agli uomini e alle donne di crescere secondo lo Spirito, l’Anima e il Corpo, chiamato Metodo iniziatico. Questo Metodo era praticato nelle Scuole dei Misteri di ogni cultura, aperto a tutti gli individui pronti ad accoglierlo. Oggi come un tempo se si vuole veramente comprendere che cosa è l’essere umano occorre vivere una vita coerente con l’essenza del nostro cuore. Questo “Principio essenza” viene chiamato nelle varie tradizioni: il Gioiello nel loto, la Rosa del cuore, la Pietra filosofale. E’ questo principio che infonde nel sangue le forze particolari che potremmo definire “valori” . Questi “valori” sono presenti nell’uomo come forza d’anima. E’ su questa Forza, che è anche intelligenza del cuore, che si deve fondare la ricerca del vero senso della vita. Chi pratica questo Metodo coinvolge tutto il suo essere, trasmutandolo, in modo radicale perché si pone volontariamente e coscientemente in un processo di alchimia interiore sostenuto dal fuoco dello Spirito Universale. Questo cambiamento fondamentale libera il nucleo della Vera vita, generando un’ essere completamente nuovo in grado di entrare nella felicità a prescindere dagli eventi. Un essere umano che non commette più gli errori macroscopici di questa società impazzita perché la nuova coscienza gli permette di vedere le conseguenze di ogni suo atto. Un essere umano che non pensa più solo a sé stesso come entità separata dal tutto, ma sente come fondamentale il benessere e l’evoluzione dell’unico corpo che ha: l’umanità, il mondo e il cosmo. E’ in questa Unità che la coscienza risvegliata degli uomini e delle donne vuole ricondurli.

Conferenza Online Gratuita

La trasmissione avverrà tramite la piattaforma Zoom

Per accedere seguire le istruzioni e compilare il modulo visitando il seguente link:

https://forms.gle/sWjZXosX7zU4j44DA

Per qualsiasi informazione scrivere a soluzionidellarte@gmail.com

Articolo precedente